Architettura residenziale Roma

Scopri in questo articolo le linee guida dell’architettura residenziale a Roma.

Architettura residenziale Roma: foto
Archivio ODAP

La residenza è il tema principe dell’architettura, la casa, il rifugio, è indubbiamente l’archetipo architettonico per eccellenza. Il luogo che più ci rappresenta e ci accoglie, lo spazio che deve supportarci e semplificarci la vita che in esso vivremo.

La residenza è un sistema di attività che devono essere razionalizzate e dimensionate su misura sulle effettive necessità del committente. Realizzare una casa è un compito estremamente semplice; realizzare la casa perfetta per il proprio committente è un compito complesso, in cui è necessario interpretare le effettive necessità, usi e costumi, suggestioni, desideri e abitudini, che dovranno essere armonizzati nel progetto.

Il miglior progetto residenziale è quello che il committente sente suo al punto di ritenere che lo ha fatto in prima persona, dove è stato coinvolto in tutte le scelte, ed ha potuto esprimere le proprie preferenze, ottenendo un progetto ideale con una visione d’insieme.

 

Architettura residenziale Roma: come cambia il concetto di abitazione

 

La residenza cambia, è cambiata nei secoli, e continuerà a farlo in futuro. Le abitazioni, oltre agli adeguamenti impiantistici e tecnologici, cambiano in relazione allo stile di vita, alla valorizzazione dell’individuo che si sviluppa nel tempo, riflettendo la sensibilità contemporanea.

Gli spazi che si preferiscono oggi sono spazi aperti, in cui la luce naturale permea liberamente attraverso gli ambienti, mantenendo comunque la privacy nelle aree più intime della casa.

 

Architettura residenziale Roma:  cucina e soggiorno

Architettura residenziale: foto
Archivio ODAP

La cucina tende a essere un luogo di condivisione della preparazione del cibo, aperta verso la zona pranzo, schermabile all’occorrenza e comunque organizzata per evitare che odori e sporco possano invadere gli altri ambienti.

Il soggiorno ha acquisito una funzione di area relax, connesso fisicamente con aree che favoriscono la concentrazione per lo studio, il lavoro o la lettura; senza rinunciare alla possibilità di accogliere ospiti per cene ed eventi.

 

Architettura residenziale Roma: il ruolo della televisione

 

La televisione che ha sostituito il focolare domestico nei decenni passati, diventa uno strumento di intrattenimento che può comparire all’occorrenza o essere sostituito da sistemi di video proiezione o schermi trasparenti inseriti su divisori in vetro.

I sistemi audio vengono previsti in tutti gli ambienti, con appositi pannelli di controllo per selezionare il volume e le playlist preferite, utilizzando la filodiffusione o supportando i sistemi connessi in wi-fi. Le conoscenze acquisite nella progettazione di auditorium dello studio ODAP ci consentono di ottimizzare la diffusione del suono anche negli spazi residenziali, evitando fenomeni di riverbero acustico, e garantendo il giusto comfort acustico anche nelle conversazioni.

 

Architettura residenziale Roma: illuminazione

 

L’illuminazione è di per sé uno dei fattori più affascinanti e importanti in ogni progetto. La luce è emozione. L’illuminazione può essere d’accento o funzionale, diffusa o puntuale, tecnica o scenografica; può variare secondo la temperatura del colore, secondo il tipo di parabola e la curva fotometrica del corpo illuminante, secondo la potenza della sorgente luminosa, Led, neon, incandescenza. Uno spazio può offrire molteplici atmosfere al mutare della luce.

Per questo lo studio ODAP applica le conoscenze acquisite nelle collaborazioni con le più grandi aziende del settore illuminotecnico per sviluppare appositi progetti illuminotecnici che ci consentono di fornire la migliore illuminazione dello spazio che progettiamo. Nascono così scenari illuminotecnici che offrono suggestioni ed emozioni differenti, adatte alle diverse attività che possono essere svolte nel medesimo spazio.

 

Architettura residenziale Roma: smart home

 

 

L’automazione dei sistemi o più comunemente definita domotica, è una programmazione di eventi che vengono avviati in modo autonomo dalla reazione di specifici sensori all’azione prevista dal committente.

Viene quindi programmata la sequenza di azioni/reazioni che possono essere previste nello specifico ambiente. Ed è così che l’illuminazione della casa può “seguirci” nei nostri spostamenti e variare in base al tipo di attività che andiamo a svolgere; la vasca da bagno si riempie alla temperatura stabilita tutti i venerdì appena rientriamo in casa stanchi dal lavoro, e si diffonde per la casa la playlist di musica jazz che preferiamo; Le tapparelle si chiudono automaticamente, tutte assieme quando ci stendiamo a letto; Con i sistemi di prossimità, attraverso il nostro cellulare, l’abitazione si apre e regola la temperatura quando ci troviamo a pochi metri da casa o stiamo entrando in garage, in modo da accoglierci con la giusta atmosfera e la giusta temperatura. Per questo lo studio ODAP è in grado sviluppare la struttura necessaria alla programmazione domotica che facilita le attività nella quotidianità di tutti i giorni, al variare delle stagioni e delle abitudini del committente.

 

Architettura residenziale Roma: soluzione adatte a ogni edificio

Architettura Roma: foto
Archivio ODAP

Noi di ODAP crediamo che sia opportuno sviluppare un linguaggio formale architettonico adeguato all’edificio e al contesto oltre alle preferenze del committente. Pertanto ci troviamo spesso a proporre soluzioni che siano adatte anche al tipo di edificio in cui andiamo a lavorare.

Risultano inadeguati alcuni appartamenti addobbati con modanature, fregi, stucchi e mantovane, all’interno di palazzine anni ’70, in cui viene ostentata una ricerca del gusto e dello stile, dando luogo solo a uno spazio che risulta un falso storico, posticcio e privo di cultura.

Fatta eccezione per tutti gli interventi conservativi, in cui si lavora a stretto contatto con le sovrintendenze per assicurare interventi di valorizzazione dei beni culturali, o in generale degli edifici sottoposti a vincolo, per tutelarne il valore delle parti di pregio. Riteniamo corretto rispettare la storia di ogni edificio in cui interveniamo, sviluppando un rapporto di reciproca valorizzazione tra il progetto che andremo a realizzare e l’involucro, l’edificio che lo ospiterà, assicurando un’effettiva valorizzazione dell’immobile.

In molti progetti di ristrutturazione dello studio ODAP è stato possibile lavorare all’interno di edifici storici, palazzi nobiliari Romani del 1400, casali Umbri o Toscani del 1600, in cui, oltre a soddisfare pienamente i desideri del committente, si è intervenuti con progetti che dichiarassero apertamente la contemporaneità dell’intervento, delle modifiche che si andavano ad apportare adesso, con un linguaggio contemporaneo, reinterpretando l’utilizzo dei materiali esistenti, fino a generare un rapporto di contrasto tra antico e moderno capace di valorizzare gli elementi delle varie epoche.

Noi di ODAP riteniamo che sia doveroso assumere una posizione di rispetto per tutti quegli elementi che rappresentano la storia del fabbricato, capaci di raccontare i cambiamenti del tempo che li hanno segnati. Sosteniamo le teorie Brandiane nel rispetto della Patena Pittorica, che caratterizza l’oggetto attraverso il tempo che è passato. Riteniamo che il restauro debba essere conservativo, non stilistico. Ciò nonostante siamo interpreti della nostra epoca e sviluppiamo progetti contemporanei, valorizzando lo spazio degli ambienti attraverso elementi geometrici lineari, mantenendo regole compositive che rendono unico il progetto.